Vai al contenuto

Centro Operativo Comunale

Affinché il Sindaco possa svolgere le funzioni previste, quale autorità comunale di Protezione Civile, deve dotarsi di un’apposita “struttura comunale”  collegiale denominata C.O.C. – Centro Operativo comunale (art.15 legge 225/1992), che non può essere occasionale, connessa al verificarsi delle emergenze, ma permanente, per assistere il Sindaco nella predisposizione del Piano Comunale di protezione civile ex  art. 108, comma 1, lett.c) punto 3 del D.L.vo n. 112/1998, per pianificare gli interventi in relazione alle esigenze e consentire al Sindaco lo svolgimento della funzioni di direzione e coordinamento.

Ai sensi dell’art. 2 del Regolamento Comunale di Protezione Civile, il C.O.C. si articola nei seguenti due livelli:

1) Commissione strategica, composta da:

  • Sindaco (presidente, in qualità di autorità locale di Protezione Civile)
  • Responsabile del servizio di P.M.
  • Comandante della stazione dei C.C.
  • Responsabile del settore urbanistica e Responsabile del settore LL. PP. – Ambiente
  • Ufficiale Sanitario

2) Gruppo tecnico d’intervento, costituito in base alla diverse funzioni di soccorso:

  1. Tecnica Scientifica – Pianificazione: Responsabile Settore Urbanistica
  2. Sanità: Medico addetto all’igiene pubblica
  3. Volontariato: Coordinatore del Gruppo comunale di volontari di Protezione Civile
  4. Materiali e mezzi: Responsabile Servizio Economato
  5. Servizi essenziali e attività scolastica: Responsabile Settore Affari Generali e Responsabile servizi demografici;
  6. Censimento danni a persone e cose: Responsabile Settore LL.PP. – Ambiente;
  7. Strutture operative locali-Viabilità: Responsabile Servizio Polizia Municipale; Comandante locale Stazione Carabinieri;
  8. Telecomunicazioni: Rappresentanti Telecom e Radioamatori;
  9. Assistenza alla popolazione: Responsabile Servizi Sociali;

Torna a: Come siamo organizzati

Accessibilità